Brownies senza glutine

Perchè Brownies? Perchè è domenica ed è il giorno perfetto per dedicarsi una coccola. Un sorso al caffè e il peccato di gola facile, pure senza glutine. Brownies #glutenfree con farina di pistacchi, nocciole e cioccolato fondente. Senza rinunciare a niente. Proprio a niente. Mettici l’amore, trova un’alternativa e goditi il tuo dolce senza glutine. Non è mai stato così facile. Ecco le dosi. Continua a leggere “Brownies senza glutine”

La mousse

Non il solito budino, ma la regina del dolce al cucchiaio, l’eccellenza che non ha nulla da invidiare alla panna cotta. Uno dei dolci che come dico sempre io “fa il frigorifero e il tempo”. Scegli il gusto che preferisci. Questa volta usiamo le uova, ma esistono versioni anche senza. Ecco come preparala, la mia versione alla vaniglia è semplice e potrai usarla in alternativa alla crema pasticcera se vuoi un effetto più vellutato, al budino o alla panna cotta.

E’ diversa, ti accorgerai…prepara questi ingredienti!

Continua a leggere “La mousse”

Insalata fredda con fregola, zucchine e carciofi

Oggi vi riporto a tavola la fregola. L’occasione è giusta per riparlare di questo chicco di pasta lavorata a mano con tanta pazienza, patrimonio della tradizione casalinga sarda. Finalmente ricomincia la sfilata dei piatti freschi, perchè il sole e il caldo ce lo richiedono. Così se non vi va il solito cous cous potete optare per la fregola.

La fregola è anche una valida alleata per i piatti così detti da “riciclo”. Ed è proprio così che ho preparato la mia insalata di fregola, stando attenta agli sprechi e alla ricerca di una valida compagnia per le mie alici fritte. Continua a leggere “Insalata fredda con fregola, zucchine e carciofi”

Bavarese al pistacchio

Sembra quasi che non esista una cosa più buona e convincente di un dolce cremoso. La giornata è ormai trascorsa e tante cose sono come scivolate via da sole e ti serve un dulcis in fundo? Eccolo. L’asso nella manica, per realizzare la mia bavarese al pistacchio puoi averlo anche tu. Sto parlando di un ingrediente da tenere sempre a portata di cucchiaino. Continua a leggere, prepariamo insieme questa ricetta.

Continua a leggere “Bavarese al pistacchio”

Pastiera napoletana

“Non ti affrettare, il buon camminatore arriva.” E’ così anche per la pastiera, pazienza, anima e passione. 1 ora e 20 di cottura, 12 ore di riposo e domani sarà perfetta. Questo è quello che devi sapere per preparare la pastiera: ci vuole calma e sangue freddo!

Ecco gli ingredienti:

Usa una tortiera da 24 cm per circa 8-10 persone

  • per la frolla: 250 gr di farina 00, 2 tuorli, 125 gr di burro, 70 gr di zucchero, 1 tazzina di latte, scorza del limone grattugiato.
  • per la crema: 350 gr di ricotta, 270 gr di zucchero semolato finissimo, 300 gr di grano precotto, 2 uova, 2 cucchiai di acqua di fiori di arancio, 100 gr di canditi a scelta, scorza del limone.

Procedimento:

Preparate la frolla impastando molto velocemente la farina, la scorzetta del limone, burro, uova e zucchero finchè non otterrete un composto morbido e liscio. Se usate una planetaria azionatela a vel.1-2 e lasciatela in funzione per 5-7 minuti. Aggiungete la tazzina di latte solo se il composto vi sembrerà ancora un po’ asciutto.

Lasciate l’impasto per la frolla a riposo in frigorifero per 30 minuti, riponetelo avvolto nella pellicola per alimenti. Dedicatevi nel frattempo alla preparazione della crema di ricotta.

In una casseruola unite ricotta, zucchero e aroma ai fiori di arancio ed amalgamate fino ad ottenere una crema senza grumi. Lasciate riposare in frigorifero per una decina di minuti, trascorsi i quali potrete aggiungere con ordine le uova, il grano precotto nel latte, i canditi e la scorza grattugiata del limone.

Foderate una tortiera con carta forno. Stendete la frolla con l’aiuto di un mattarello e fate in modo risulti sottile. Adagiatela nella tortiera lasciando i bordi alti che serviranno per abbracciare  la ricotta. Versatevi la crema. Decorate con striscette di pasta frolla avanzata. Spennellate con dell’uovo la superficie esterna del dolce.

Infornate a 180° C per 80 minuti. Poi lasciatela raffreddare per circa 12 ore. Così sarà perfetta da servire.

Buona Pasqua a tutti amici! Aspetto di sapere se vi è piaciuta!

 

 

 

Pizzette allo yogurt greco

“L’uomo con la cucina sempre in ordine è, invece, un maniaco. Diffidatene. Lo stato della sua cucina e quello della sua mente coincidono: costui, così preciso e ordinato, si è in realtà lasciato condizionare dalla vita. ” Charles Bukowski

Preparatevi a sfornare pizzette per merenda in pochissimi minuti e in compagnia dei vostri bambini. Pochi ingredienti, ve li segno qui…e stasera al papà regaliamo anche l’aperitivo! Continua a leggere “Pizzette allo yogurt greco”

Ristorante Terraferma

Pesce fresco a Milano? Se vuoi una dritta per trascorrere una serata piacevole, confortevole con i piaceri della cucina mediterranea in una location spettacolo non puoi non andare al Terraferma. Ti sorprenderà l’atmosfera piacevole ed accogliente, con soffitto in legno e travi a vista, tipiche, rustiche che ti fanno già sentire aria di tradizione. Ma se vuoi saperne di più e avere qualche dritta su cosa ordinare continua a leggere…

Continua a leggere “Ristorante Terraferma”

Spaghetti in crema di curcuma e carciofi

Questa è una ricetta da mercoledì sera. L’occasione per darti la carica, staccare la spina dalla prima parte della settimana e rendere piacevole l’attesa del weekend: ditevelo, domani è giovedì e questi spaghetti saranno ancora più buoni. Ora non vi resta che mettere in fresco una bollicina italiana, qualche oliva, musica in sottofondo e rendere questa cena speciale.  Continua a leggere “Spaghetti in crema di curcuma e carciofi”

Purè di patate in crosta

E se il purè è una di quelle cose per cui anche tu sei impazzito da piccolo non puoi perdertelo così! Finalmente la soluzione a tutte quelle volte che ho cercato di dividerlo dal sughetto dell’arrosto perché mamma me li metteva insieme nello stesso piatto… schizzinosa io?! Un pochino…

Se anche tu qualche volta ci hai pensato…ecco l’idea! Con una nota croccante perchè l’ho catturato nella sfoglia. Una trappola perfetta!

Se poi hai anche i minuti contati prova con quello istantaneo, il risultato non sarà niente male! Funziona bene anche come ricetta riciclo. Se hai fatto una vagonata di patate lesse puoi farci un buon puré e servirlo cosi! Ecco la tua shopping list.

Ingredienti x 6 cestini: 1 busta di preparato per purè e tutti gli ingredienti richiesti per prepararlo indicati sulla confezione, parmigiano reggiano, sale, pepe nero, 1 rotolo di pasta sfoglia, latte per spennellare la superficie.

Procedimento:

  • Preparate il purè seguendo le indicazioni, aggiungete un pizzico di sale, il pepe, una noce di burro e lasciatelo raffreddare.
  • Ricavate dei cerchi grandi dal rotolo di pasta sfoglia e foderate dei pirottini a bordi alti, precedentemente protetti da carta forno.
  • Farciteli con il purè e aggiungete dei tocchetti di parmigiano reggiano sul fondo e in superficie.
  • Decorate in stile crostata la superficie, spennellate con latte e infornate a 200°C per almeno 20 minuti.

Accostateci le carni rosse, bianche ma anche in alternativa per gli amanti del pesce un buon filetto di salmone, branzino o orata.

Fatemi sapere cosa ne pensate voi e i vostri ospiti. E alla prossima!

For English friends…

And if mashed potatoes are one of those things that you’re crazy about as a child, you can not miss it! Finally the solution to all those times that I tried to divide it from the roast sauce because mom put them together in the same dish … picky me ?! A little… If you’ve even thought about it … here’s the idea! With a crispy note because I caught it in the pastry. A perfect trap! If you also have the minutes counted test with the instant one, the result will not be bad! It also works well as a recipe for recycling. If you made a truckload of boiled potatoes you can make a good mashed and serve it like that! Here is your shopping list.

Ingredients x 6 baskets: 1 bag of mashed preparation and all the ingredients required to prepare it indicated on the package, parmigiano reggiano, salt, black pepper, 1 roll of puff pastry, milk to brush the surface.

Method: Prepare the puree by following the directions, add a pinch of salt, pepper, a knob of butter and let it cool. Make large circles from the roll of puff pastry and lined the cups with high edges, previously protected by parchment paper. Fill them with mashed potatoes and add small pieces of Parmesan cheese on the bottom and on the surface. Decorated in tart style the surface, brush with milk and bake at 200 ° C for at least 20 minutes. Come with us the red, white meat but also alternatively for fish lovers a good fillet of salmon, sea bass or sea bream. Let me know what you and your guests think of it. And see you next time!

Pasta al forno ignorante

Ed è giusto cosi. Pasta al forno “cafonissima” come lui mi ha chiesto. Peccati di gola: fratelli, capirsi anche a tavola. Ci sono giorni cosi. Giorni che lasci che sia il cibo a dirti “ci penso io”. La domenica a casa nostra ci coccoliamo. Ci concediamo pranzi da festa di rito…ci piace! Mamma poi sto week end non c’era e cosi tutti da me! Ovviamente nani felici.

Per cucinare questa pasta al forno non dovrai mai chiederti: non sarà troppo? E no eh?!? Fidati!

Ecco gli ingredienti:

1 kg di Pasta a scelta tra penne, maccheroni che tenga bene la cottura, ragù già fatto (puoi trovare qui la mia ricetta), 1 melanzana, 3 uova, 1 mozzarella, parmigiano reggiano, pancetta a fette sottili, besciamella, pan grattato, burro, besciamella, olio evo, sale e olio per friggere.

Procedimento:

  • Prepara il ragù e la besciamella, poi dedicati alla cottura della pasta che deve essere al dente. Ti suggerisco di mettere un filo d’olio dentro l’acqua di cottura che ti aiuterà a rendere la pasta più scivolosa.
  • Nel frattempo taglia a fette e metti in ammollo con sale la melanzana, giusto il tempo di spurgare l’amaro. Friggile in abbondante olio e falle dorare leggermente. Asciugale il più possibile dall’olio.
  • Prepara 3 uova sode e puliscile. Tagliale a fettine, sarà più comodo distribuirle.
  • Fai scottare le fettine di pancetta in un tegame, senza aggiungere olio e poi tagliale e pezzetti.
  • Taglia la mozzarella a cubetti e lascia che perda un po’ del suo latte. Prima di metterla dentro la pasta strizzala nel pugno della mano.
  • Tutto pronto. Allora mettiti il grembiule se non lo hai già fatto, una bella canzone e sii felice. Vedrai che sarà eccezionale.
  • Imburra la teglia, esagera…lascia uno strato bianco sul fondo.
  • Scola la pasta e riversane in pentola la metà. Ungila e aggiungi una porzione abbondante di ragù, quasi la metà e poi mescola. Sarà tutta rossa e ben condita.
  • Versala nella pirofila imburrata, aggiungi la besciamella, altro ragù, parmigiano, uova sode e mozzarella, le fettine di pancetta  precedentemente scottate e tagliate, olio evo e poi vai con il secondo strato di pasta.
  • Ripeti la prima parte. Condisci con ragù, poi completa la tua pasta al forno versando la besciamella, i formaggi e le melanzane fritte.
  • Spolvera la superficie con pan grattato, pepe nero (a piacere) e albume d’uovo così da rendere ancora più croccante e saporita la crosticina.
  • Cuocete in forno a 250°C ripiano medio/alto per circa 20/30 minuti.
  • Servite tiepida, così da non aver problemi a mantenere la fetta. Spesso si rompe perché è troppo calda, basta non avere fretta!

Buon appetito!

For English friends…

And that’s right. Baked strong pasta here he asked me. My brothers,  foodlover like me! There are days like this. Days that let the food tell you “I’ll take care of it”. On Sundays at our house we pamper ourselves. We allow ourselves lunches from ritual parties … we like to eat what can we do? Mom then I’m not there was a weekend and so all of me! Happy dwarfs. To cook this baked pasta you will not have to bring only one question. Will not it be too much?

Here are the ingredients: 1 kg of Pasta to choose from penne, macaroni that keeps well the cooking, sauce already done (you can find here my recipe), 1 eggplant, 3 eggs, 1 mozzarella, Parmigiano Reggiano, thinly sliced ​​pancetta, béchamel sauce, bread crumbs, butter, béchamel sauce, extra virgin olive oil, salt and oil for frying.

Method: Prepare the sauce and the béchamel, then dedicated to cooking pasta that should be al dente. I suggest you put a little oil in the cooking water that will help you make the pasta more slippery. Meanwhile, cut into slices and soak the eggplant with salt, just long enough to purge the bitterness. Fry them in plenty of oil and lightly brown them. Dry as much oil as possible. Prepare 3 hard-boiled eggs. Cut them into slices, it will be more convenient to distribute them. Scald the slices of bacon in a pan, without adding oil and then cut them and pieces. Cut the mozzarella into small cubes and let it lose some of its milk. Before putting it in the pasta squeeze it in the fist of the hand. Everything is ready. So put on your apron if you have not already done so, a good song and be happy. You will see that it will be exceptional. Butter the pan, exaggerate … leave a white layer on the bottom. Drain the pasta and pour in half the pot. Add it and add a generous portion of meat sauce, almost half and then mix. It will be all red and well seasoned. Pour into the buttered oven dish, add the béchamel sauce, other meat sauce, Parmesan, hard-boiled eggs and mozzarella, the slices of bacon previously cooked and cut, olive oil and then go with the second layer of pasta. Repeat the first part. Season with meat sauce, then complete your baked pasta by pouring the béchamel, the cheese and the fried aubergines. Dust the surface with bread crumbs, black pepper (to taste) and egg white so as to make the crust even more crunchy and tasty. Bake at 250 ° C medium / high shelf for about 20/30 minutes. Serve lukewarm, so as not to have trouble keeping the slice. It often breaks because it’s too hot, just do not be in a hurry!