Olive in salamoia

Se c’è una cosa a cui non posso rinunciare sono proprio le olive. Piccole, sapide, gustose, carnose e giuste per ogni occasione. Se poi ci aggiungiamo un buon bicchiere di vino….evviva! Quelle che preferisco sono aromatizzate, saporite e capaci di lasciarti anche un lieve retrogusto amaro. Papà ha tutta una sua tecnica per preparale. E’ talmente originale che non posso non parlarne qui e condividerla con voi. Vi dico solo che c’entra un uovo. Non è uno scherzo!!! Continuate a leggere e vedrete.

Ingredienti: 1 kg di olive verdi, 1 kg di sale (indicativo), 3 spicchi di aglio, acqua, semi di finocchio, 3-4 peperoncini freschi,1 uovo crudo, e 1 limone.

Procedimento: 

  1. Sciacquate e lasciate le olive in un recipiente colmo di sola acqua per 24 ore.
  2. Trascorso il tempo necessario preparate la salamoia. Riempite un recipiente della capacità di almeno 3 litri di acqua.
  3. Aggiungete il sale a poco a poco. Dopo ogni cucchiaio mescolate e lasciate che si sciolga. Aggiungete circa una decina di cucchiai e poi iniziate a fare la prova dell’uovo.
  4. Lavate l’uovo. Immergetelo con un cucchiaio e se galleggia vuol dire che la sapidità dell’acqua per la salamoia è giusta. Non abbiate fretta e se non lo fa credetemi dovete solo continuare ad aggiungere sale. Prima o poi accadrà il miracolo!

Prova dell’uovo che solo da dire sembra un gioco. Ho in mente ancora tutte le volte che papà pescava quest’uovo dal fondo della pentola e non capivo se si divertisse o cosa…e ora mi ritrovo a fare lo stesso!

Riponete le olive in un vaso di vetro, sterile con tappo a vite abbastanza grande per contenere olive, acqua e aromi. Aggiungete le olive, i semi di finocchio, 1/2 limone non trattato e lavato, 3 spicchi d’aglio privati della pellicina esterna, i peperoncini freschi precedentemente lavati.

Versatevi la salamoia fino a riempire il vaso. Chiudete con retina per alimenti in modo da lasciare immerse olive e aromi. Conservate in luogo fresco e abbiate pazienza qualche mese prima di poterle assaggiare! Dal ricettario di nonna si raccomandano almeno 6 mesi.

For English friends…

If there’s one thing I can’t refuse it is the olive. Small, savory, tasty, meaty and right for every occasion. Then if we  drink a glass of wine….wonderful! Those who prefer are flavored, tasty and able to also leave a slight bitter aftertaste. Dad has his own technique to prepare them. And ‘so original that I can not talk about it here and share it with you. I only say that got to do an egg. It’s not a joke!!! Read on and you will see.

Ingredients: 1 kg of green olives, 1 kg of salt (indicative), 3 cloves of garlic, water, fennel seeds, 3-4 fresh chillies, 1 raw egg and 1 lemon.

Method:

Rinse and let the olives in a bowl full of water alone for 24 hours.
After the time necessary to prepare the brine. Fill a container of capacity of at least 3 liters of water.
Add salt gradually. After each mixing spoon and let it melt. Add about a dozen spoons and then started to do the egg test.
Wash the egg. Dip with a spoon and if it floats it means that the water to flavor the brine is right. Do not rush, and if he does not believe me you just keep adding salt. Sooner or later it will happen a miracle!
Try egg that just to say it looks like a game. I still think of all the times that Dad was fishing this egg from the bottom of the pot and did not know if he enjoyed or what … and now I find myself doing the same!

Put the olives in a glass jar, with a sterile screw cap large enough to hold the olives, water and aromas. Add olives, fennel seeds, 1/2 untreated lemon and washed, 3 cloves of garlic private their outer skins, previously washed fresh chiles.

Pour the brine to fill the jar. Close with a screen so as to leave immersed olives and food flavorings. Keep in a cool place and be patient a few months before you can taste! Recipe from Grandma are recommended at least 6 months.

Chips di zucca

Serata detox ma con la voglia di regalarsi lo stesso un “predinner” e ti serve un’idea da “sgranocchio”? Gli odori della cena ti mettono fame, poi a pranzo un panino e ora rane in pancia…che si fa? Si cominciano gli assaggi, ovvio. E invece no. Alt. Prepara queste che anche se sei a dieta perenne vanno bene! Aperitivo leggero, non fritto, con pochi grassi e che lascia spazio al resto…Poche mosse! Leggi qui…

Ingredienti: zucca, sale rosa, parmigiano in scaglie q.b., olio extra vergine d’oliva, pepe nero q.b.;

Procedimento:

  1. Private la zucca della parte esterna più dura e dei semi.
  2. Tagliatela a fettine sottili e stendetele in una teglia foderata con carta forno, senza sovrapporre le fette tra loro.
  3. Infornate a 200° C. Condite con olio evo, parmigiano grattugiato in scaglie, pepe nero e sale.
  4. Lasciatele nel ripiano più alto per circa 15 minuti.

 

For English friends…

Detox evening but with the desire to treat yourself the same a “predinner” and you need an idea to “crunch”? The dinner smells put you hungry, then a sandwich for lunch, and now frogs in the stomach … what? They begin tastings, of course. But no. Alt. Prepare these that even if you’re a perpetual diet are fine! light aperitif, not fried, low in fat and that leaves room to rest … A few moves! Read here…

Ingredients: pumpkin, pink salt, Parmesan in q.s. flakes, extra virgin olive oil, black pepper q.b .;

Method:

  • Private squash the harder outer part and seeds.
  • Cut into thin slices and lay them on a baking sheet lined with parchment paper, without overlapping the slices together.
  • Bake at 200 degrees C. Season with extra virgin olive oil, grated parmesan flakes, black pepper and salt.
  • Let them in the top shelf for about 15 minutes.

 

Marmellata di cipolle di tropea

Sono i piccoli dettagli che vincono sempre a tavola, ma anche nella vita. Oggi parliamo di vizi. I vizi del gusto. Quelli che ti accompagnano a tavola e di cui non puoi fare a meno. Voi ne avete? Io per dirne una adoro i formaggi stagionati e li amo ancor di più abbinati a marmellate e miele. Ci vanno a nozze. E così al mio primo incontro è stato amore a prima vista, o meglio al primo assaggio. Marmellata di cipolle di tropea:  ti va di assaggiarla? Credimi è una bomba! Continua a leggere “Marmellata di cipolle di tropea”

Mini cake di pasta sfoglia

Mettersi all’opera con la pasta sfoglia è una di quelle cose che mi soddisfa perché puoi farla come vuoi ed è sempre buona. Le mono porzioni io le preferisco. Sono davvero carine da presentare e la farcitura è ben proporzionata alla pasta. Con un morso arrivi subito al cuore del condimento e poi è tutto tuo!

Ingredienti: 1 rotolo di pasta sfogli rettangolare, 200 gr di coste lessate, 30 gr di parmigiano grattugiato, 2 uova, emmental a fette, sale q.b., semi di papavero q.b. per decorare.

Procedimento: 

  1. Tagliare in 6 parti il foglio di pasta e così anche la carta forno che la avvolge.
  2. Posizionare i quadrati di sfoglia e di carta forno dentro delle piccole formine per crostatine.
  3. Farcire con le verdure già lessate e scolate, l’uovo sbattuto, il parmigiano reggiano grattugiato, e l’emmental a fette.
  4. Per la chiusura dei fagottini: coprite la farcitura prendendo le estremità dei quadrati e portandole verso il centro.
  5. Bagnate la superficie con dell’uovo sbattuto rimasto e spolverate con i semi di papavero.

Cuocete in forno preriscaldato 200° C per 25 minuti.

For English friends…

Use the pastry is one of those things that satisfy me because you can make it as you want and it’s always good. The mono portions I prefer them. They are really nice to be presented and the filling is well proportioned to the pasta. With a bite arrivals straight to the heart of the sauce and then it’s all yours!

Ingredients: 1 roll of rectangular browsing pasta, 200 grams of boiled ribs, 30 grams of grated Parmesan cheese, 2 eggs, Emmental cheese in slices, salt q.s., poppy seeds q.s. to decorate.

Method: Cut into 6 parts the pastry sheet and so the wax paper that wraps. Place the squares of pastry and baking paper into small molds for tartlets. Stuffed with vegetables already boiled and drained, the beaten egg, grated Parmesan cheese, and sliced emmental. For closing the dumplings: cover the filling taking the ends of the square and bringing them to the center. Wet the surface with beaten egg and sprinkle with remaining poppy seeds. Bake in preheated oven 200 ° C for 25 minutes. For Inglese friends …

Pizzette di riso

Cucinare il riso ed eccedere nelle dosi è per me consuetudine. Ne faccio sempre di più. I miei figli ne vanno ghiotti, allora meglio abbondare. E se avanza che si fa? Si riusa per preparare delle fantastiche pizzette al forno. Pizzette per modo di dire…ma il gusto non sarà così diverso.

Ecco una ricetta che in alternativa ai supplì o alle polpette può dare una seconda chance al vostro risotto avanzato!

Ingredienti: riso bianco o giallo avanzato già cotto, mozzarella, passata di pomodoro, un pizzico di origano o delle foglie di basilico fresco, olio evo q.b.;

Procedimento: ungete la base delle vostre formine per le pizzette. Schiacciate con una forchetta il riso ancora ricco di amido e quindi meglio se non sciacquato. Poi condite con passata di pomodoro insaporita con del sale, mozzarella, origano e olio e.v.o.; infornate a 200 °C nel ripiano alto del forno per 15 minuti circa. Servite tiepido, sarà più facile estrarre una pizzetta intera dallo stampo.

For English friends…

Cook rice and exceed dosage is customary for me. I do more and more. My sons are greedy, then better to abound. And if you advancesit, what do you do? It reusing to prepare the fantastic rice-pizzas. Here is a recipe that rapresents a goof alternative to rice balls or patties. You can give a second chance to your rice!

Ingredients : white rice or yellow advanced already cooked , mozzarella , tomato sauce , a pinch of oregano or fresh basil leaves , extra virgin olive oil q.b .;

Procedure: grease the base of your molds for pizzas. Mash with a fork at the rice rich in starch and therefore better if not rinsed. Then season with pureed tomatoes seasoned with salt , mozzarella , oregano and oil e.v.o .; bake at 200 ° C in the top shelf of the oven for about 15 minutes . Serve warm , it will be easier to extract a small pizza entire mold .

 

 

Involtini di melanzane e bresaola

Ormai lo avrete capito gli antipasti arrotolati mi piacciono molto! Ecco un’idea fresca, invitante e saporita. Cosa c’è dentro?

Ingredienti: 2 melanzane tonde, 100 gr di bresaola, 1 caprino da 100 gr, qualche fetta di parmigiano, olio evo e menta secca per condire.

Procedimento: pelate e tagliate le melanzane a fette. Ponetele a bagno in acqua e sale e lasciatele spurgare per una decina di minuti. Passatele alla griglia su ambo i lati e poi farcitele con una spalmata di caprino, un petalo di bresaola e una fettina di parmigiano. Arrotolate e condite con olio evo, un pizzico di sale e menta secca sbriciolata.

For English friends…

Now you know that i love rolled appetizers! Here’s a fresh idea, inviting and tasty. What’s inside?

Ingredients: 2 eggplants round, 100 grams of dried beef, goat 1 100 grams , a few slices of Parmesan cheese, olive oil, a pinch of salt and dried mint to flavor.

Preparation: peel and cut the eggplant into slices. Put them to soak in water and salt and let drain for about ten minutes. Grill on both sides and then fill them with a spread with goat cheese, a slice of dried beef and cheese. Rolled and seasoned with olive oil , a pinch of salt and dried mint crumbled.

 

Mini croissant al salmone e gorgonzola

Ecco un vero aperitivo très-chic per i bimbi. Volete organizzare una festa con spuntini fai da te per i piccoli invitati evitando i soliti panini dolci al salame? Stuzzichiamo il loro appetito con la forma! A chi non piacciono le brioches? Questa volta però saranno a sorpresa.

Ingredienti: philadelphia al salmone, pasta sfoglia già pronta 4 rotoli, gorgonzola dolce 100 gr, ricotta o robiola 70 gr, un tuorlo, sale q.b.; attrezzi da cucina: robot da cucina oppure mixer ad immersione, carta forno e pennello (rotella taglia pasta facoltativa)

Procedimento: preparate il ripieno al gorgonzola, mettendo nel robot da cucina robiola o ricotta e gorgonzola. Mixate fino ad un composto omogeneo.

Cucchiaino e assaggiate! Aggiustate di sale se vi sembra troppo dolce.

A questo punto dedichiamoci alla forma. Impugnate un coltello o una rotella e zac…disegnamo sfruttando il più possibile la pasta. Io compro la pasta sfoglia già pronta formato rettangolare. Divido in due parti uguali la sfoglia e per ciascun pezzo taglio la pasta a triangoli, vicini tra loro. Disegno circa 12 triangoli a rotolo. Con un cucchiaino stendiamo le nostre creme proprio alla base dei triangoli e da li arrotoliamo fino alla punta. Ecco fatto! Sigillate le due estremità facendo una leggera pressione, spennellate con del tuorlo sbattuto. Pronti per il forno: 200 gradi.

Appunto: siate generosi con le creme, ma non troppo se no farete fatica a chiudere i cornetti. Con un rotolo di pasta sfoglia rettangolare dovreste riuscire a farne almeno 12-13. Dipende da quanto saranno grandi i triangoli. Nella mia foto ho usato un solo rotolo, ma ce ne sono solo 10, qualcuno non ha saputo resistere al profumo!

For English friends…

This is the real appetizer très-chic for adults and children. Do you want organize a party with snacks for little invited avoiding usual menu? We tease their appetite with the shape! Who does not like the croissants? But this one will be a surprise.

Ingredients: philadelphia salmon puff pastry rolls 4, 100 gr sweet gorgonzola, cottage cheese or Robiola cheese 70 gr, 1 egg, salt to taste;

Kitchen equipment: food processor or immersion blender, baking paper and brush.

Procedure: prepare the filling with gorgonzola. Mix Robiola or cottage cheese and gorgonzola until blended, and the other with salmon. Keep teaspoon and taste! Season with salt if it seems too sweet. At this point, let us dedicate ourselves to the form. Draw making the most of the pasta, dividing in two same part and cut the dough into triangles. Drawing about 12 triangles to roll. Using a spoon, spread cream right at the base of the triangle and roll up to the tip. Done! Close with a little pressure, brush with the beaten egg yolk, bake at 200 degrees.

Note: don’t be too generous with the creams otherwise will be difficult to close the croissants. With one roll of puff pastry rectangle you should be able to make at least 12-13 croissant. It depends of how much large is the triangles. In my pictures I used a single roll, but there are only 10, someone could not resist!