Biscotti integrali ai pistacchi

Benvenuti biscotti ai pistacchi! Fragranti, integrali e senza uova. Ricetta flash, per chi ama godersi la vita in tutti i suoi aspetti e che non ha paura di un po’ di strutto! Il re questa volta è il pistacchio di Bronte polverizzato che spicca ad ogni assaggio. Evviva la  #siciliabedda!

Ingredienti: 300 gr. di farina integrale, 200 gr. di farina di pistacchi, 175 gr. di strutto, 150 gr. di zucchero, 1 bustina di vaniglia, 1/2 bicchiere di latte tiepido.

Per decorare: zucchero di canna, a scelta ci sta bene anche il cioccolato bianco o la granella di cioccolato bianco!

Procedimento: 

  1. Mettete tutti gli ingredienti insieme in una ciotola e amalgamate a mano. Serve il calore delle mani per lo strutto.
  2. Una volta ottenuto un impasto uniforme avvolgete nella pellicola per alimenti e lasciate in frigorifero per 1 ora.
  3. Create le forme che preferite, aggiungete lo zucchero di canna in superficie e infornate a 180°C per 15 minuti.
  4. A freddo decorate e aggiungete la glassa e il cioccolato bianco a vostro piacere.

Se volete provare esiste anche questa versione più golosa con cioccolato bianco !

20160930_122652

For English friends…

Welcome biscuits with pistachios! Fragrant, whole and without eggs. Flash recipe, for those who enjoy life in all its aspects and who is not afraid of a bit ‘of lard! The king this time is the pistachio dust that stands out with every bite. For this you should choose good raw materials: the pistachios.

Ingredients: 300 grams of wheat flour, 200 grams of pistachio flour, 175 grams of lard, 150 g sugar, 1 teaspoon vanilla, 1/2 glass of warm milk.

To decorate: brown sugar, optionally there is also good white chocolate or white chocolate chips!

Method:

  • Put all the ingredients together in a bowl and mix by hand. It serves the warmth of hands for the lard.
  • Once you have a uniform dough wrap in plastic wrap and leave in the refrigerator for 1 hour.
  • Create forms that prefer, add the brown sugar on the surface and bake at 180 ° C for 15 minutes.
  • A cold decorated and add the icing and white chocolate to your liking.

 

 

 

Torta Fiesta

Da dove nasce l’idea? Inizio a dirvi che sono del segno della bilancia. E questo cosa c’entra? C’entra c’entra…io sono l’eterna indecisa, creativa e assolutamente istintiva. E questa ne è la prova. Pronti gli ingredienti per una torta alle carote e a metà mi trovo a farne un’altra a modo mio!  E niente…Avete presente il sapore della brioche della Ferrero? Lo ritroverete qui ad ogni assaggio. Un dessert morbido e goloso da servire per merenda ma anche dopo cena con una colata di cioccolata calda! Un sogno ad occhi aperti. Quello giusto per addolcire il rientro dalle ferie.

Ingredienti: 300 gr di carote, 300 gr di mandorle sgusciate, 25 gr di farina 00, 1/2 bicchierino di rum, 1 fiala di aroma all’arancia, 4 uova, 30 gr di gocce di cioccolato. Per la decorazione: 200 gr di cioccolato fondente, 1/2 tazzina di acqua, codette colorate Paneangeli-Cameo.

Procedimento:

  • Pelate e tritate le carote utilizzando un frullatore a lama grande.
  • Tritate nello stesso modo anche le mandorle.
  • Nel frattempo in un recipiente dividete i tuorli dagli albumi.
  • Aggiungete lo zucchero ai tuorli e montate fino ad ottenere una crema spumosa.
  • Aggiungete il rum e continuate a lavorare con le fruste o una forchetta.
  • Setacciate e aggiungete qui la farina, le carote e le mandorle tritate. Amalgamate.
  • Aggiungete l’aroma all’arancia, mescolate.
  • A parte montate gli albumi a neve e appena saranno pronti aggiungeteli all’impasto senza che si smontino.
  • Infornate a 180°C per 45 minuti.

Per la decorazione: fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente con l’acqua e versate sopra la ciambella. Subito dopo spolverate con le codette Paneangeli colorate.

For English friends…

Where did the idea come from? I start to tell you they are the sign of Libra. And this is what hits? Centra centra … I am the eternal undecided, creative and absolutely instinctive. And this is the proof. Prepared the ingredients for a carrot cake in half and I find myself doing another in my way! And you remember the taste of brioche Ferrero? I’ll end here with every bite. A soft and delicious dessert to serve for snacks but also after dinner with a flow of hot chocolate! A daydream. The right to soften the return from holiday.

Ingredients: 300 grams of carrots, 300 grams of shelled almonds, 25 grams of 00 flour, 1/2 glass of rum, 1 vial of orange aroma, 4 eggs, 30 grams of chocolate chips. For the decoration: 200 g dark chocolate, 1/2 cup of water, colored tails Paneangeli-Cameo.

Method: Peel and chop the carrots using a large blade blender. Chopped in the same way also the almonds. Meanwhile in a bowl divide the yolks from the whites. Add sugar to the yolks and mounted until frothy. Add the rum and continue to work with the whisk or fork. Sift the flour and add here, carrots and chopped almonds. Amalgamated. Add the orange flavor, stir. Whip the egg whites until stiff and add them to the dough when they are ready without unmount. Bake at 180 ° C for 45 minutes. For decoration: Melt the chocolate in a double boiler with water and pour over the cake. Immediately after sprinkle with colored sprinkles Paneangeli.

 

Panna cotta ai lamponi

Alla base di tutto  per me c’è lei. Quando non trovo il tiramisù, lei mi consola. Sensuale ondeggia nel piatto mentre te la servono e lì allora capisci che è buona. E’ il dolce al cucchiaio che non ti richiede molto tempo. Quello che fai perché basta la panna fresca ed è senza uova! Con la base alla vaniglia e pronta per accogliere lamponi, fragole, cioccolato o caramello…fatela come vi piace! Questa è rossa!

Ingredienti: 250 ml di panna fresca, 80 gr. di zucchero, 100 ml di latte, 8 gr di fogli di gelatina, 1 bustina di vanillina Paneangeli per dolci, marmellata di lamponi.

Procedimento:

  • Mettere in ammollo i fogli di gelatina in acqua fredda per 10 minuti.
  • Fare scaldare il latte in un pentolino a fuoco lento, senza raggiungere la bollitura.
  • Togliere il latte dal fuoco e aggiungere i fogli di gelatina ben strizzati, mescolare.
  • In un pentolino versate la panna fresca con lo zucchero e la vanillina, lasciate per qualche minuto.
  • Unire il latte  e gelatina con  la panna zuccherata e mescolare.
  • Versare in 4 stampi monodose di alluminio per cupcake.
  • lasciare raffreddare per qualche minuto a temperatura ambiente e poi in frigorifero per almeno 2 ore.
  • Togliere dagli stampi e impiattare. Prima di servire aggiungere della marmellata ai frutti rossi. (per renderla più liquida mettete il vasetto di marmellata nel microonde per qualche secondo).

For English friends…

Underlying everything in my opinion there’s her. The pudding that seems so hard to do, but that does not require much effort. You can do it with raspberries or any taste at will. The base is vanilla, the flavor will give him the creamy sauce over …

Ingredients: 250 ml of fresh cream, 80 gr. of sugar, 100 ml of milk, 8 grams of gelatin, 1 teaspoon of vanilla extract Paneangeli cake, raspberry jam.

Method: Soak the gelatine leaves in cold water for 10 minutes. Warm up the milk in a saucepan over low heat, without reaching boiling. Remove the milk from the heat and add the gelatin sheets wrung out, mix. In a saucepan pour the cream with sugar and vanilla, leave for a few minutes. Combine milk and jelly with sweetened cream and mix. Pour into 4 single-dose aluminum molds for cupcakes. let cool for a few minutes at room temperature and then in a refrigerator for at least 2 hours. Turn out, Serve. Before serving, add the jam with red fruits. (To make it more liquid you put the jam jar in the microwave for a few seconds)

 

Crema al limone

E’ autunno e in questo periodo si mangiano molti agrumi così ho deciso di realizzare una delle creme per dolci che preferisco. Apparentemente non è niente di diverso da quello che si trova in rete, perchè è la classica ricetta: un must! Ma quello che farà la differenza è ciò che bisogna sapere perchè sia davvero al limone.

Intanto vi chiedo di immaginare il gusto della crema al limone che si trova in pasticceria. E’ agra e pizzica la lingua, non è vero? Se vi piace quella sensazione allora continuate a leggere e scoprirete come prepararla. Non basta la scorza del limone e/o far sbollire la buccia nel latte, perchè il risultato potrebbe assomigliare solo ad una crema pasticcera aromatizzata. Qual’è il segreto allora? Bisogna mettere anche il succo del limone e se lo trovate l’aroma!

Per un buon risultato è molto importante scegliere dei buoni limoni (non trattati e con una buccia spessa) e assaggiare il succo del limone per vedere che non sia amaro.

Ingredienti: 500 ml di latte, la buccia di 3 limoni, il succo di 1 limone, 100 gr di farina di riso, 2 tuorli, 120 gr di zucchero.

Lavare bene i limoni strofinandoli tra loro. Pelarli con uno sbucciapatate facendo ben attenzione a non tagliare anche la parte bianca. Porre sul fuoco il latte con le bucce e lasciarlo insaporire senza raggiungere il bollore. Nel frattempo montare i tuorli con lo zucchero e aggiungere in ultimo la farina e il succo di un limone. Togliere le bucce dal latte e aggiungere l’altro composto. Aggiungere un po’ di scorza grattugiata e portare ad ebollizione finché non si sarà addensata.

Se dovete farcire una crostata, infornate prima la base di frolla e a metà cottura aggiungete la crema. Poi rimettete in forno coprendo con  la carta alluminio. Se vi serve una ricetta per una buona frolla leggete qui.

For English friends…

It’s autumn and this is time to eat citrus, so I decided to make one of my favorite desserts creams. Apparently there is nothing different from what is on the network, but what will make a difference is what you need to know why it is really lemon.

Meanwhile, I ask you to imagine the taste of lemon cream found in pastry.

Is it a sour flavor that tingles the tongue? If you like this feeling read on and discover how to prepare it. Not just the lemon zest and / or to cool off the peel in milk, because the result might look like just a custard flavored.

What is the secret then? We must also put the lemon juice! For a good result choosing good lemons (untreated and with a thick skin) and taste the lemon juice to see that it is not bitter.

Ingredients: 500 ml milk, zest of 3 lemons, juice of 1 lemon, 80 grams of rice flour, 6 egg yolks, 150 grams of sugar.

Wash the lemons rubbing each other. Peel with a peeler, being careful not to cut into the white part. Place over heat the milk with the skins and let it flavor without reaching a boil. Meanwhile beat the egg yolks with the sugar and add the flour and finally the juice of a lemon. Remove the skins from the milk and add the other compound. Add a bit of zest and bring to boil until it thickens.

If you need to fill a pie, bake the base first of pastry and half cooked, add the cream. Then put in oven but with a sheet of aluminum foil that copra. If you need a recipe for a good pastry read here.

Mini fagottini con Phyllo alle Mele

Io adoro il “crock” che si sente quando addenti la pasta phyllo cotta al forno, mi fa aumentare la salivazione! E così visto che è il periodo perfetto per le mele e avevo ancora dei fogli di pasta non utilizzati in frigorifero, ho preparato questo dolce adatto per la colazione. Non è uno strudel perchè mancano degli ingredienti, ma sicuramente è buono ed è un’idea per un dessert dell’ultimo minuto.

Ingredienti x 6 mini strudel: 4 fogli di pasta phyllo, 2 mele golden, 2 cucchiai di zucchero e 1 di miele (facoltativo), 6 noci, vodka alla frutta, 1 cucchiaino di cannella, soluzione di acqua e farina di riso per sigillare (basta una tazzina)

Procedimento: sbucciare le mele, tagliarle a tocchetti e porle in un tegame antiaderente insieme allo zucchero e al miele. Lasciarle cuocere con il coperchio per 2-3 minuti. Appena lo zucchero si sarà sciolto aggiungere la cannella e una spruzzata di vodka da far evaporare a fuoco medio. Non appena il composto risulterà denso, sarà pronto. Intanto dividere i fogli di pasta phyllo a coppie e tagliare in 3 parti uguali. Farcire e chiudere i fagottini usando la soluzione di acqua e farina di riso per sigillare i lembi.

Infornare a 180° C per almeno 15 minuti.

For English friends…

Apple strudel with phyllo dough

I love the “crock” that you feel when you bite the phyllo dough baked in the oven, increase me salivating! It’s the perfect time for apples and I still had not used the sheets of dough in the fridge, I made this little cake for breakfast. Itsn’t a strudel because they lack the ingredients, but it is good and an idea for last minute dessert.

Ingredients for 6 mini strudel: 4 sheets of phyllo dough, 2 golden apples, 2 tablespoons sugar and 1 of honey (optional for vegan), 6 nuts, fruit vodka, 1 teaspoon cinnamon, solution of water and rice flour to seal (just a small cup )

Method: Peel the apples, cut into chunks and place them in a nonstick pan with the sugar and honey. Let them cook with the lid for 3-4 minutes. When the sugar has melted add the cinnamon and a splash of vodka to evaporate over a medium heat. As soon as the mixture will be thick, it will be ready. Meanwhile split the sheets of phyllo dough in pairs and cut into 3 equal parts. Fill and close strudel using a solution of water and rice flour to seal the edges.

Bake at 180 ° C for 15 minutes.

Semi di sesamo, la ricetta per il croccante – Sesame seeds, a recipe for crispy tablet

Lo sapevate che questi piccoli chicchi sono molto preziosi per il nostro corpo? Sono un’ottima fonte di calcio, ma non solo….cliccate qui!

Buonissimi sul pane, sui biscotti e grissini, ma se non siete a dieta il modo più goloso per assaggiarli é la “Giuggiulena”, accezione onomatopeica che fa trapelare goduria..

Ingredienti: 500 gr di semi di sesamo, 450 gr di zucchero 1 cucchiaio e mezzo abbondante di miele.

Procedimento: tostate i semi di sesamo fino a sentirli leggermente scoppiettare. Intanto in un tegame antiaderente fate sciogliere lo zucchero e il miele, fino ad ottenere un colore ambrato. Aggiungete i semi di sesamo e con un cucchiaio di legno amalgamate. Appena si saranno ben appiccicati stendeteli su un foglio di carta forno e schiacciate con un coltello fino ad ottenere un unica tavoletta di croccante. (per una migliore riuscita ungete il coltello e ponendo un altro foglio di carta forno sopra usate un mattarello così da poter rullare e schiacciare). Fate in poco tempo perché raffreddandosi lo zucchero darà una consistenza dura al croccante. Tagliate a pezzetti e lasciate raffreddare.

Dalla tradizione sappiamo che se si usa troppo miele il composto risulterà colloso e disomogeneo. Se invece si esagera con le dosi dello zucchero il croccante diventerà duro e difficile da mangiare.

Varianti: si possono aggiungere tutti i tipi di frutta secca purché siano tostati. Buonissimo con mandorle e sesamo, nocciole e sesamo, sesamo e pistacchi.

For English friends..

Do you know that these small grains are very healty? They are an excellent source of calcium, but not only this …. click here!

Sesame is delicious on bread, on biscuits and bread sticks, but if you eat sweets the better recipe to taste them is the “Giuggiulena”, meaning that onomatopoeic leaked pleasure ..

Ingredients: 500 grams of sesame seeds, 450 grams of sugar 1 tablespoon and a half of abundant honey.

Procedure: toasted sesame seeds until lightly hear them crackle. Melt in a nonstick pan sugar and honey, until an amber color. Add the sesame seeds and mix with a wooden spoon. When seeds will be stuck well roll it on a sheet of wax paper and crush with a knife to form a single crisp’ tablet. (it’s to easy if you use knife oiled and placing another sheet of parchment paper over; so you can roll and crush crisp tablet). Make it in a short time because sugar will give a hard consistency brittle and when it’s cool you’ll have more difficult to cut them into small pieces.

From tradition we know that if you use too much honey for the mixture will be sticky and uneven. So contrary If you use too much sugar crunchy it becomes hard and difficult to eat.

Variations: You can add all kinds of nuts if they are toasted. Delicious with almonds and sesame seeds, hazelnuts and sesame, pistachios and sesame.