Biscotti bicolore

Nessuno si merita di trovare la latta dei biscotti vuota la mattina, perciò non ti resta che aprire la dispensa e controllare. Un po’ come a volersi mettere al sicuro per fare in modo che tutto vada come deve andare. Te la senti di affrontare il lunedì con il suo risveglio shock senza il giusto inzuppo nel te o nel caffè?

Quel che ti servirà te lo scrivo qui. Sono biscotti al burro, quindi non pensare che se ne possa fare a meno e lascia andare la paura ….il burro non è mai troppo per un biscotto! Zero sensi di colpa.

Continua a leggere “Biscotti bicolore”

Insalata fredda con fregola, zucchine e carciofi

Oggi vi riporto a tavola la fregola. L’occasione è giusta per riparlare di questo chicco di pasta lavorata a mano con tanta pazienza, patrimonio della tradizione casalinga sarda. Finalmente ricomincia la sfilata dei piatti freschi, perchè il sole e il caldo ce lo richiedono. Così se non vi va il solito cous cous potete optare per la fregola.

La fregola è anche una valida alleata per i piatti così detti da “riciclo”. Ed è proprio così che ho preparato la mia insalata di fregola, stando attenta agli sprechi e alla ricerca di una valida compagnia per le mie alici fritte. Continua a leggere “Insalata fredda con fregola, zucchine e carciofi”

Pastiera napoletana

“Non ti affrettare, il buon camminatore arriva.” E’ così anche per la pastiera, pazienza, anima e passione. 1 ora e 20 di cottura, 12 ore di riposo e domani sarà perfetta. Questo è quello che devi sapere per preparare la pastiera: ci vuole calma e sangue freddo!

Ecco gli ingredienti:

Usa una tortiera da 24 cm per circa 8-10 persone

  • per la frolla: 250 gr di farina 00, 2 tuorli, 125 gr di burro, 70 gr di zucchero, 1 tazzina di latte, scorza del limone grattugiato.
  • per la crema: 350 gr di ricotta, 270 gr di zucchero semolato finissimo, 300 gr di grano precotto, 2 uova, 2 cucchiai di acqua di fiori di arancio, 100 gr di canditi a scelta, scorza del limone.

Procedimento:

Preparate la frolla impastando molto velocemente la farina, la scorzetta del limone, burro, uova e zucchero finchè non otterrete un composto morbido e liscio. Se usate una planetaria azionatela a vel.1-2 e lasciatela in funzione per 5-7 minuti. Aggiungete la tazzina di latte solo se il composto vi sembrerà ancora un po’ asciutto.

Lasciate l’impasto per la frolla a riposo in frigorifero per 30 minuti, riponetelo avvolto nella pellicola per alimenti. Dedicatevi nel frattempo alla preparazione della crema di ricotta.

In una casseruola unite ricotta, zucchero e aroma ai fiori di arancio ed amalgamate fino ad ottenere una crema senza grumi. Lasciate riposare in frigorifero per una decina di minuti, trascorsi i quali potrete aggiungere con ordine le uova, il grano precotto nel latte, i canditi e la scorza grattugiata del limone.

Foderate una tortiera con carta forno. Stendete la frolla con l’aiuto di un mattarello e fate in modo risulti sottile. Adagiatela nella tortiera lasciando i bordi alti che serviranno per abbracciare  la ricotta. Versatevi la crema. Decorate con striscette di pasta frolla avanzata. Spennellate con dell’uovo la superficie esterna del dolce.

Infornate a 180° C per 80 minuti. Poi lasciatela raffreddare per circa 12 ore. Così sarà perfetta da servire.

Buona Pasqua a tutti amici! Aspetto di sapere se vi è piaciuta!

 

 

 

Purè di patate in crosta

E se il purè è una di quelle cose per cui anche tu sei impazzito da piccolo non puoi perdertelo così! Finalmente la soluzione a tutte quelle volte che ho cercato di dividerlo dal sughetto dell’arrosto perché mamma me li metteva insieme nello stesso piatto… schizzinosa io?! Un pochino…

Se anche tu qualche volta ci hai pensato…ecco l’idea! Con una nota croccante perchè l’ho catturato nella sfoglia. Una trappola perfetta!

Se poi hai anche i minuti contati prova con quello istantaneo, il risultato non sarà niente male! Funziona bene anche come ricetta riciclo. Se hai fatto una vagonata di patate lesse puoi farci un buon puré e servirlo cosi! Ecco la tua shopping list.

Ingredienti x 6 cestini: 1 busta di preparato per purè e tutti gli ingredienti richiesti per prepararlo indicati sulla confezione, parmigiano reggiano, sale, pepe nero, 1 rotolo di pasta sfoglia, latte per spennellare la superficie.

Procedimento:

  • Preparate il purè seguendo le indicazioni, aggiungete un pizzico di sale, il pepe, una noce di burro e lasciatelo raffreddare.
  • Ricavate dei cerchi grandi dal rotolo di pasta sfoglia e foderate dei pirottini a bordi alti, precedentemente protetti da carta forno.
  • Farciteli con il purè e aggiungete dei tocchetti di parmigiano reggiano sul fondo e in superficie.
  • Decorate in stile crostata la superficie, spennellate con latte e infornate a 200°C per almeno 20 minuti.

Accostateci le carni rosse, bianche ma anche in alternativa per gli amanti del pesce un buon filetto di salmone, branzino o orata.

Fatemi sapere cosa ne pensate voi e i vostri ospiti. E alla prossima!

For English friends…

And if mashed potatoes are one of those things that you’re crazy about as a child, you can not miss it! Finally the solution to all those times that I tried to divide it from the roast sauce because mom put them together in the same dish … picky me ?! A little… If you’ve even thought about it … here’s the idea! With a crispy note because I caught it in the pastry. A perfect trap! If you also have the minutes counted test with the instant one, the result will not be bad! It also works well as a recipe for recycling. If you made a truckload of boiled potatoes you can make a good mashed and serve it like that! Here is your shopping list.

Ingredients x 6 baskets: 1 bag of mashed preparation and all the ingredients required to prepare it indicated on the package, parmigiano reggiano, salt, black pepper, 1 roll of puff pastry, milk to brush the surface.

Method: Prepare the puree by following the directions, add a pinch of salt, pepper, a knob of butter and let it cool. Make large circles from the roll of puff pastry and lined the cups with high edges, previously protected by parchment paper. Fill them with mashed potatoes and add small pieces of Parmesan cheese on the bottom and on the surface. Decorated in tart style the surface, brush with milk and bake at 200 ° C for at least 20 minutes. Come with us the red, white meat but also alternatively for fish lovers a good fillet of salmon, sea bass or sea bream. Let me know what you and your guests think of it. And see you next time!

Strudel di mele

Uno dei profumi a cui davvero non posso resistere è l’odore di cannella. Ma la cannella calda. Quella che metti dentro ad un dolce e che poi una volta in forno te la senti ovunque. In tutta la casa. La tua e quella dei vicini. Si perché quando prepari lo strudel come minimo si sente anche sul pianerottolo! E comunque come dico io: “tutta vita”. Vuoi mettere un risveglio dolce al profumo di cannella?! Provalo. Sono certa che ripeterai l’esperienza. Continua a leggere “Strudel di mele”

Carpaccio di tonno e salmone arrotolati con verdure grigliate

Una cena a cuor leggero, senza troppe esitazioni e che sia innovativa rispetto alle solite? Siamo d’accordo non è affatto un’impresa semplice. Soprattutto se si è trascorsa una giornata intensa.  E’ vero internet ci aiuta e ormai scrivendo solo “due parole” si apre una lista infinita di possibilità. Non sempre però si riesce a trovare quell’idea giusta, che non sia troppo elaborata e che non richieda una capacità da souschef. Ecco perchè ti consiglio questa, che puoi preparare usando anche prodotti già pronti nel banco frigo del supermercato! Cosa aspetti? Continua a leggere…due parole, tonno e salmone. Continua a leggere “Carpaccio di tonno e salmone arrotolati con verdure grigliate”

Pasta frolla al cioccolato

Chi ben comincia è a metà dell’opera. Ecco perché una frolla nera, al cioccolato fondente è esattamente il modo giusto per iniziare un dolce. Avete presente la ricetta della mia pasta frolla? In aggiunta ci ho messo il cacao amaro in polvere e del cioccolato fondente fuso. E’ una ricetta friabile, golosa e perfetta per la mia crostata bounty. Non te la puoi perdere!

Ingredienti: 30 gr di cacao amaro, 2 cucchiai di cioccolato fondente fuso, 230 gr di farina, 1 tuorlo, 1 tazzina di latte di riso, 50 gr di zucchero, 70 gr di burro.

Procedimento:

  • Setacciate la farina e mescolatela con lo zucchero e il cacao amaro.
  • Aggiungete facendo spazio al centro il tuorlo, il burro ammrbidito, il cioccolato sciolto e il latte a temperatura ambiente.
  • Impastate a mano finchè avrete raggiunto la giusta consistenza.
  • Lasciate riposare la pasta in frigo per qualche minuto. Poi riprendetela e stiratela con un mattarello per la vostra crostata.

Le dosi sono indicate per una crostata di circa 24 cm.

maggio 2017 1453

For English friends…

Whoever starts is halfway through the work. That’s why a black skim, dark chocolate is exactly the right way to start a sweet one. Do you have the recipe for my pastry? In addition I put the bitter cocoa powder and melted dark chocolate. It’s a crunchy, greasy and perfect recipe for my bounty tart. You can not lose it!

Ingredients: 30 gr of bitter cocoa, 2 tablespoons of melted dark chocolate, 230 gr of flour, 1 egg yolk, 1 cup of rice milk, 50 g of sugar, 70 gr of butter.

Method: Sift the flour and mix it with sugar and bitter cocoa. Add yolk, almond butter, loose chocolate and milk at room temperature in the center. Finish by hand until you have reached the right texture. Let the pasta cool in the fridge for a few minutes. Then take it back and put it with a rolling pin for your tart. The doses are indicated for a tart of about 24 cm.

 

 

Crema di ceci, curcuma e funghi pioppini

Quel boccone carico di ricordi, quell’emozione che ricompare più viva che mai non appena si gusta? Eh no, non almeno non per me. Questo piatto mai provato, cucinato per caso in un giorno in cui era più la voglia di dire no che si, la Eni e la Tim mi hanno chiamato almeno 3 volte per le solite proposte commerciali, il vicino di casa stava trapanando e fuori il tempo era più incazzato di me. Insomma una bella giornata. Ma come mi piace dire in queste occasioni, qualcosa di buono dovrà pur esserci, cara la mia mammina e allora CUCINA! Continua a leggere “Crema di ceci, curcuma e funghi pioppini”