Avena e le sue virtù

avena2

E’ molto frequente che si pensi all’avena sotto forma di fiocchi da usare insieme al dolce della colazione o per uno snack. Ma non è tutto. L’avena, un cereale senza glutine adatto anche in celiachia (se non contaminato per lavorazione da altri cereali), può essere consumato al naturale. Ricco di fibre in alta percentuale rispetto ad altri, contribuisce alla regolarità intestinale ed è considerato un ottimo alleato della fame nervosa per il suo forte potere saziante. E’ un chicco molto importante anche per chi per abitudine non mangia carne perché apporta gli amminoacidi essenziali, che sono necessari per la formazione delle proteine, contiene infatti una grossa quantità di lisina.

Iniziare la mattina consumando fiocchi d’avena, frutta secca o del semplice muesli a colazione, a base di avena, è sicuramente uno dei modi per inserire questo cereale prezioso nella dieta. Se volete provarla al naturale è come zuppa che trova la sua massima esaltazione. Ecco qualche consiglio.

Che gusto ha?

Ha la densità dell’orzo o del riso integrale. E’ corposa e si presta bene per zuppe con legumi e verdure. Essendo un cereale ricco di fibre che dona un forte senso di sazietà bastano circa 50/60 gr. a persona.

Come si prepara?

L’avena al naturale comprata in negozio va sempre lavata con acqua, prima della cottura. Non è necessario l’ammollo come per i legumi, va fatta bollire in acqua calda o in brodo vegetale a seconda di come intendete prepararla. La cottura in pentola standard è di 30 minuti con pentola a pressione è di circa 20 minuti.

Annunci