Pipi arrustuti

Un ingrediente che sulla nostra tavola estiva non può mancare sono i “pipi arrustuti “, ovvero i peperoni arrosto.

Voi come li accompagnate?

Quali comprare? I migliori per questo tipo di cottura sono quelli lunghi, detti a corno. Meglio se verdi perché sono più giovani e più densi, se iniziano ad essere un po’ rossi allora sono stati raccolti da un po’, ma sono comunque buoni!

Come cucinarli? Lavateli con acqua. Non serve aprirli o togliere il picciolo prima della cottura. Metteteli su una piastra, bistecchiera oppure sulla brace se siete all’aria aperta e lasciate che la “pelle”si annerisca. Girateli e lasciate che si cuociano da tutti i lati. A cottura ultimata infilateli in un sacchetto di carta, tipo quello del pane e lasciate che si raffreddino lì dentro. Appena si saranno raffreddati potrete spelarli, privarli del picciolo e dei semi interni.

Sfliacciateli e serviteli conditi con olio, un pizzico di sale e uno spicchio d’aglio per aromatizzare. Sono buoni sulla bruschetta, come contorno per il pesce arrosto, con le carni bianche, nelle insalate, nei panini da pic nic…

Pubblicato da mcasaccione

Foodblogger, pasticciona più che pasticcera. Mamma di 2 bambini e di 2 ebook con ricette per bambini e ricette vegane. Che aspetti a scaricarli?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: